Mondo Intolleranze

intolleranze

Malori, arrossamenti, intossicazioni sono alcune delle reazione provocate da allergie o intolleranze alimentari. Se l'assunzione di certi tipi di cibo scatena una veloce risposta del sistema immunitario significa che soffriamo di qualche allergia.Pesce. molluschi, crostacei noci e arachidi sono i maggiori responsabili delle allergie: per difendersi è importante sottoporsi a esami medici effettuati in strutture specialistiche.Molto meno pericolose sono le intolleranze alimentare che non scateno l'attivazione del sistema immunitario. Sotto accusa soprattutto glutine, zucchero e derivati del latte.

Se ne parla con sempre maggiore frequenza: sensibilità esagerata a certi cibi, il cui consumo può causare, in certi soggetti, malori, arrossamenti, intossicazioni. E sempre più spesso in questi casi si fa confusione tra allergia e intolleranza ad alcune sostanze. Vediamo di far luce sull'argomento. Si è allergici a un certo cibo quando la sua assunzione fa scatenare nell'organismo la veloce risposta del sistema immunitario.

Gli anticorpi attivati come difesa causano paradossalmente tutta una serie di disturbi: dermatiti, affezioni intestinali o respiratorie, orticaria, persino shock anafilattico. A volte la reazione allergica si innesca solo perché il cibo mangiato è stato semplicemente a contatto con una sostanza alla quale si è allergici.

E può capitare persino che un bacio, dato da una persona che ha consumato un "cibo no", scateni nel soggetto sensibile una reazione allergica. Tra i maggiori responsabili delle allergie ci sono pesce, molluschi, crostacei, arachidi e noci, ma il metodo migliore per scoprire a cosa si è allergici e difendersene sono le analisi da effettuare presso gli specialisti.

Meno gravi per fortuna sono le intolleranze alimentari: il corpo reagisce come per le allergie, ma senza attivare il sistema immunitario. Zucchero, glutine e derivati del latte sono spesso gli elementi scatenanti delle intolleranze. La bella notizia: in questi casi, basta ridurre il consumo dei "colpevoli" (senza eliminarli del tutto dalla propria alimentazione) per non correre rischi. Nei casi di allergia invece il consumo dei cibi pericolosi è del tutto bandito.

Un suggerimento: se amate uscire a cena, ma soffrite di intolleranze o allergie, telefonate qualche giorno prima al ristorante prescelto e chiedete di parlare con lo chef o qualcuno del personale delle cucine, per sincerarvi del menù ed essere così più che certe che gli alimenti che consumerete vi regaleranno solo piacere e non una fastidiosa reazione allergica.

L’allergia al cibo viene spesso confusa con l'intolleranza. E’ importante sottolineare che l’allergia è solo una delle possibili cause dell’intolleranza al cibo. L’intolleranza può essere definita come un condizione in cui una serie di particolari reazioni negative hanno luogo dopo aver mangiato...
Le intolleranze alimentari fanno parte di un più vasto gruppo di disturbi definiti come reazioni avverse al cibo: si parla di intolleranza alimentare, piuttosto che di allergia, quando la reazione non è provocata dal sistema immunitario. Le intolleranze sono più comuni delle allergie. Le prime...